Dopo anni di diete vegetariane propinate dai mass media che criminalizzavano senza appello la carne tout court, assistiamo finalmente al riscatto di salumi e insaccati, a maggior ragione se specialità del territorio.

Premesso che per preservare la nostra salute il consumo di tutti gli alimenti va fatto con moderazione, non possiamo che essere soddisfatti di questa riabilitazione così importante per la nostra cultura enogastonomica, soprattutto nell’epoca della globalizzazione e massificazione, anche culinarie. Pertanto siamo felici di aver accolto e servito ai nostri buffet di Casa e Tavola tanti giovani curiosi di riscoprire lo Strologhino, il Cappello del prete, grande protagonista delle tavole dei nostri antenati e prodotti nuovi come il Coteccone (cotechino con molta cotenna). Insomma il pubblico è stato numeroso, curioso e, parola di salumiere, debitamente appagato.